Da sedia a porta asciugamani con l'”Upcycle”

Durante i lavori in corso in un piccolo cottage di Dublino, cercavo di non perdere di vista i muratori che ripulivano le stanze. Tra calcinacci, infissi e mattoncini rossi, vedevo qua e là alcuni tavoli rotti accompagnati da sedie, poco più in là poltrone, lampade e vari mobili e ogni singolo oggetto vissuto e morto in quelle stanze, nella mia mente, diventava un oggetto prezioso da trasformare in qualcosa di nuovo, bello e soprattutto utile!

L’ incontro mooolto ravvicinato con l’oggetto del quale vi parlerò mi passò davanti volando da una finestra. Sorrido quando ripenso a quel momento perchè stavo sorseggiando il mio thè nel giardino del cottage, durante una breve pausa del mattino, quando sentii un urlo del muratore che si stava liberando di alcuni mobili che non passavano dal corridoio stretto del piano che stavamo ristrutturando, decidendo di gettarli dalla finestra.  Agganciata ad un’ anta di un vecchissimo mobile vidi precipitare un altro oggetto che in realtà non avevo capito molto cosa fosse ma mi incuriosì la forma sottile di alcuni tubicini che giravano intorno a quella specie di ..sedia?

Upcycling_sedia_spazzatura1

I “resti” di una sedia

Eh si, la vidi lì in mezzo a quel mobile in frantumi, sdraiata su di un lato, senza poggia schiena, senza piedini, con la seduta di legno marrone stropicciata e frastagliata dall’umidità, con il tubolare di metallo rosso arrugginito e sporco. Mi guardarono tutti come una pazza quando gridai: “CHE BELLA!!” Certo che io la vedevo già trasformata mentre gli altri vedevano solo ciò che rimaneva di una sedia.

Ecco di seguito quello che tutti vedevano assieme ai dettagli “sporchi” ma che erano per me i veri punti di forza per far si che quella trasformazione potesse essere apprezzata da molti!

Upcycling_sedia_spazzatura5

Particolare dello scheletro della sedia

Upcycling_sedia_spazzatura0

Dettaglio seduta in legno e tubolari di metallo

Upcycling_sedia_spazzatura4

Angolo sinistro della seduta completamente frastagliata e non utilizzabile

A fine giornata me la portai a casa, sempre sotto lo sguardo incredulo dei muratori, convinta di poterla trasformare e riutilizzare come l’ “Upcycle” insegna: da una sedia ad un porta asciugamani da bagno.

Il risultato è stato gratificante per me e sorprendente per i muratori che non riconoscevano nella foto di tre giorni dopo, quella vecchia sedia! La trasformazione era avvenuta in un sabato pomeriggio in modo molto semplice e veloce.

Scelti i colori da intonare con la stanza da bagno in Bianco e Magnolia, andai a comprare le vernici  Glidden : una vernice di base bianca opaca sia per il metallo che per il legno e una vernice opaca color magnolia per la seduta. Ecco di seguito alcuni passaggi per poter eseguire un recupero e un riutilizzo di un oggetto semplice come questo:

White

Vernice opaca color Bianca

Magnolia

Vernice opaca color Magnolia

Fase 1:  pulii accuratamente la sedia, tolsi con una spazzolina di ferro la ruggine dai tubi e spolverai attentamente la seduta tappando i forellini sul pianale con un pennello imbevuto di vernice non diluita.

Fase 2: stesi i giornali a terra, posizionai la sedia nel mezzo dei giornali e una volta diluita la vernice color Magnolia, iniziai a dipingere la seduta, prima nella parte superiore, poi in quella inferiore e per ultimo le parti laterali visibilmente frastagliate. Nei punti più aperti colai, con il pennello, un pò più di vernice facendo così una specie di tappo tra una “fetta” di legno e l’altra ottenendo un risultato soddisfacente.

Trasformazione_Upcycling_sedia_dipinta_a_mano1

Vista laterale della seduta colorata con vernice Color Magnolia

Fase 3: Trascorse le due ore per l’asciugatura della seduta, capovolsi la sedia lasciando le gambe per aria per avere maggior luce e spazio durante la verniciatura.

Trasformazione_Upcycling_sedia_dipinta_a_mano2

Vista laterale delle gambe della sedia colorate con vernice Bianca

Fase 4: una volta finite le gambe, posizionai la sedia normalmente sul pavimento e completai colorando i tubolari del poggia schiena sempre dello stesso colore delle gambe: Bianco opaco.

Fase 5: Tocchi finali e attesa per la completa asciugatura della seduta ma soprattutto dei tubolari, veri protagonisti di questo oggetto recuperato dalla spazzatura.

Dettaglio tra seduta e scheletro

Dettaglio tra seduta e scheletro

Trasformazione_Upcycling_sedia_dipinta_a_mano0

Dettaglio tra seduta e scheletro

Trasformazione_Upcycling_sedia_dipinta_a_mano4

Sedia completamente verniciata, scheletro color Bianco opaco e seduta color Magnolia opaca

Il risultato, per me, fu strabiliante e soddisfacente, una sedia recuperata dalla spazzatura diventò un porta asciugamani per il mio bagno dandogli quel tocco un pò shabby chic che tanto desideravo.

Immaginatevi la faccia dei miei amici muratori quando vennero a trovarmi…ora mi chiamano prima di gettare qualsiasi oggetto ritrovato nelle case durante i lavori di ricostruzione perchè anche loro, per le loro mogli, vorrebbero un oggetto gratis da riportare in vita con un tocco di colore!

Trasformazione_Upcycling_sedia_dipinta_a_mano6

Sedia porta asciugamano per la stanza da bagno

Advertisements

2 comments

  1. idea fantastica e davvero utile, bravissima sia per l’idea e che per la realizzazione 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: